BENVENUTI NEL SITO DEI PIRATI

Per ovviare a queste difficoltà e dare vita ad un team competitivo, nel 1997 avviene l'unione con la 1985 PALLAMANO BOLOGNA, società fondata e cresciuta da Andrea Fabbri, Gianluca Bernardini e Massimo Bordoni, operante soprattutto nel settore giovanile (attualmente ha la denominazione JUNIOR CLUB PALLAMANO 85), che aveva conseguito notevoli risultati a livello regionale, come la conquista del titolo di campioni Under 15 del 1998.

Così, nel 1999-2000 la Pallamano 85 affronta per la prima volta nella sua storia il campionato di A2, e conquista la salvezza con un mese di anticipo rispetto alla fine del torneo. Un risultato eccellente, ottenuto grazie alle grandi prestazioni del suo primo atleta professionista straniero (Alexander Mirzamamedov, un russo proveniente dal Gymnasium Bologna con un passato nel campionato jugoslavo nelle file del Pelister Bitola). Difesa asfissiante, grinta, velocità ed un pizzico d’esperienza proveniente dai "grandi vecchi" sono le armi vincenti di questo gruppo che risulta molto affiatato anche fuori dal campo. Il risultato di maggior rilievo per questa giovane società, comunque, risulta essere la conquista del titolo di Campioni d' Italia da parte della squadra Under 19, che sbaraglia letteralmente tutti gli avversari incontrati sul suo cammino. Un evento straordinario che riempie di gioia tutti coloro che hanno visto nascere e crescere questa società sportiva e che getta le basi per un futuro sempre più ricco di soddisfazioni.

Nel 2000-2001 la squadra risulta sostanzialmente rivoluzionata in seguito alla decisione di molti giocatori "storici" di abbandonare il terreno di gioco per i motivi più svariati; l’età media dei PIRATI si abbassa ulteriormente anche se alcuni innesti di assoluto valore (Andrea Baroni dal Bologna Handball e Gabriele Maurizzi proveniente da un’esperienza in Germania con l’ HSC Bad Neustadt ) consentono alla compagine di coach Andrea Fabbri la riconquista di una tranquilla permanenza in A2. La stagione vede brillare la stella di Giuliano Gottardi, classe 1981, un ragazzo di straordinario talento appetito da molti club della massima categoria.

Nel 2001-2002 i PIRATI si ripresentano al via forti di un altro innesto importante come Massimo Bernardi (l’ennesimo ex Bologna Handball). I veterani della squadra sono diventati Mirko Mucciarelli e Marco Molinari, a tre anni appena dal loro passaggio nel "mondo dei grandi", senza dimenticare l’intramontabile Mirko Cané, 34 anni suonati, simbolo di volontà e di dedizione.

La presenza di una "corazzata" come il Mordano impedisce realisticamente sogni di promozione, ma il campionato risulta oltremodo deludente, mostrando ampiamente la mancanza di stimoli quando si raggiunge facilmente la salvezza ma non si riesce a lottare per il vertice. Queste pericolose avvisaglie vengono immediatamente colte dal "presidentissimo" Antonio Jelich che, per l’anno successivo, decide di rinforzare la squadra con innesti di qualità che possano permettere di puntare ai primi posti della graduatoria. Così, al via della stagione 2002-2003, i "Pirati" si presentano con un nuovo giocatore straniero, lo sloveno Bostjan Hribar, terzino mancino classe 1976, e l’intramontabile Giorgio Permunian, un’icona della pallamano nazionale, 36 anni suonati ma voglioso di riscattarsi dopo l’esperienza deludente dell’ultimo anno nel Bologna Handball. Le defezioni di Andrea Baroni e Gabriele Matrizzi, entrambi in prestito dal Bologna Handball, conducono al tesseramento di Claudio Mengoli, portiere di grande esperienza proveniente da una lunga militanza nella Pallamano Mordano, e di Antonio Lugli, pivot reduce da campionati di A1 e A2 nelle file della Pallamano Modena.

Il girone di andata dei "Pirati" è quantomai stupefacente : 11 vittorie ed un pareggio; un vero rullo compressore che sembra voler "uccidere" il campionato. Come ci si aspettava, però, dopo la sosta natalizia arrivano le prime sconfitte che gettano un pò di sconforto fra i tifosi; fortunatamente la reazione è immediata, e dopo aver ceduto la testa della classifica per una sola settimana, i giallo-neri si riprendono la prima posizione e la mantengono fino alla fine chiudendo il girone con 19 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte.

Ragioni per cui dovreste giocare a pallamano

Forse non tutti lo sanno ma la pallamano è uno degli sport più apprezzati e praticati a livello mondiale. Negli ultimi ha riscosso un successo incredibile anche in Italia e ha saputo ritagliarsi uno spazio notevole tra i big dello sport quali calcio, basket e pallavolo. Eppure questa disciplina sportiva ha molto da offrire a coloro che, come la vostra escort Roma da http://www.escortdirectory.com/escorts-rome-127/, hanno il desiderio di provarlo e vogliono fare goal sfruttando le capacità delle proprie mani!

La pallamano è un gioco dinamico, veloce e di grande spettacolarità dove potenza, visione di gioco, rapidità e collaborazione sono elementi chiave per la buona riuscita della partita e per ottenere degli ottimi risultati sul campo. Se avete ancora poca dimestichezza con il mondo della pallamano, ma siete curiosi di scoprire tutte le regole e le modalità attraverso cui viene praticato questo fantastico sport, allora è il momento giusto per assistere ad una partita dal vivo in compagnia di alcune escorts. Potrete così osservare direttamente con i vostri occhi come funziona il sistema di falli e quali siano i trucchi più importanti da imparare una volta che ci si trova in prima linea sul campo.

Tantissimi infatti sono gli schemi di gioco che riescono a decretare il vincitore di una partita è a migliorare il lavoro di squadra. La pallamano è frutto della cooperazione dei singoli, della prontezza di riflessi di ciascun giocatore e di una valutazione ampia e dettagliata del proprio avversario. Uno dei benefici principali della pallamano, come sicuramente avrà notato la vostra Italia, è appunto il potenziamento delle vostre capacità di analisi di una situazione, il miglioramento delle vostre prestazioni fisiche, soprattutto per quanto riguarda il controllo, la precisione, la forza e la coordinazione.

Non tutti gli sport sono in grado di combinare qualità differenti e riuscire ad accrescere le vostre capacità in egual maniera sia quando si lavora in gruppo sia quando state lavorando da soli. In questo senso, la pallamano risulta essere un gioco divertente, meno aggressivo rispetto ad altri sport famosi come il rugby o il calcio. Forse la sua popolarità risiede proprio nella mescolanza di movimenti differenti, riscontrabili in altre discipline sportive, ma al tempo stesso incapaci di offrire ai propri spettatori scene di violenza o danni fisici.

Qualora foste in cerca di un’attivtà attraverso cui poter perdere qualche chilo, rafforzare il vostro corpo, irrobustire i vostri muscoli, mettere alla prova le vostre capacità coordinative e la vostra prontezza di riflessi, forse è questo il momento più opportuno per provare una lezione di pallamano ed iscriversi a qualche corso organizzato a livello locale, in compagnia di una escort Roma.

Questa splendida fanciulla sarà capace di offrirvi compagnia, sostegno, divertimento e aiuto sincero ogni volta che ne avrete bisogno, in qualunque momento della giornata, e vorrà sicuramente appoggiare la vostra scelta e tifare la vostra performance sportiva. Insomma, i vantaggi offerti dalla pallamano sono tantissimi. Ora spetta a voi la scelta di avvicinarvi al mondo di questo sport tanto stimolante e fare della sana attività sportiva in maniera intelligente.